Cittadinanza e dottrina della Chiesa

Nella persistente difficoltà del contesto e della cultura attuale appare opportuna e necessaria una seria educazione alla socialità e alla cittadinanza. Per questo l’Ufficio diocesano per la Pastorale Sociale e del Lavoro intende sostenere la crescita di una nuova generazione di laici cristiani, capaci di impegnarsi a livello sociale, professionale, economico e politico con competenza e rigore morale, anche mediante il contributo dei criteri di lettura e di azione offerti della dottrina sociale della Chiesa, rilanciando incontri e percorsi di formazione all’impegno sociale e politico.

In particolare risultano illuminanti queste decisive parole di papa Francesco: «Leggere la realtà, ma anche vivere questa realtà, senza paure, senza fughe e senza catastrofismi. Ogni crisi, anche quella attuale, è un passaggio, il travaglio di un parto che comporta fatica, difficoltà, sofferenza, ma che porta in sé l’orizzonte della vita, di un rinnovamento, porta la forza della speranza. E questa non è una crisi di “cambio”: è una crisi di “cambio di epoca”. E’ un’epoca, quella che cambia. Non sono cambiamenti epocali superficiali. La crisi può diventare momento di purificazione e di ripensamento… Il discernimento non è cieco, né improvvisato: si realizza sulla base di criteri etici e spirituali, implica l’interrogarsi su ciò che è buono, il riferimento ai valori propri di una visione dell’uomo e del mondo, una visione della persona in tutte le sue dimensioni, soprattutto in quella spirituale, trascendente» (Papa Francesco, Discorso in occasione dell’incontro con il mondo della cultura, 22 settembre 2013).

pastoralesociale2
www.pastoralesocialere.it

È in questa prospettiva che l’Ufficio di Pastorale Sociale e del Lavoro propone dal 9 gennaio alle 21 presso il Seminario Diocesano, in collaborazione con la Scuola Teologica Diocesana, l’inizio di un cammino di formazione intitolato “Cittadinanza responsabile e dottrina sociale della Chiesa” incentrato sul valore e sulla ricchezza della persona come centro e fine della vita sociale.

per informazioni: www.pastoralesocialere.it/corsi, pastoralesociale.re@gmail.com